Domenica 10 maggio 2009 alle ore 10 nella sala del Circolo della Stampa di Palazzo Serbelloni  a Milano, si è svolta la giornata dedicata alla notizia giornalistica, dal titolo: Informazione: tutta la verità?

 

Ad organizzare la giornata è l'Associazione Benè Berith di Milano. Il Presidente da il benvenuto ai relatori: la giornata prende l'avvio con la relazione del giornalista vercellese Marco Reis.

Non mi dilungo nell'elencare quali siano le attività del relatore, non ha importanza.

Importa, invece, ciò che si sta apprestando ad illustrare, accusando il mondo di coloro che lavorano con la notizia di mal diffonderla sui diversi piani: verbale, paraverbale e tramite immagini.

Espone il modus operandi usato dal giornalista per far leva o meno sul lettore, che, se usato con parsimonia, non ha nulla per cui essere criminalizzato.

Diventa “falso” il momento in cui si propina al lettore notizia basata sulla costruzione stessa  andando a coinvolgere qualsiasi argomento: dall'ecologia, alla politica, alla storia penosa.

Per sostenere quello che fin d'ora ha ipotizzato, Marco presenta delle fotografie, con a fianco la relativa notizia, che denunciano loro stesse la falsità dell'enunciato ma che passano inosservate all'occhio del lettore. Il mondo dell'informazione ne è pieno, ma il bacino più proficuo è localizzato nella stampa medio-orientale. Non si vuole andare a fomentare una situazione già tesa di per se stessa, ma è un dato di fatto. E qui, tutti sappiamo quale sia il messaggio che impera.

Il tempo passa; sono passate due ore e mezza e nessuno, in sala, vuole che smetta!

Si congeda invitandoci a visitare il sito (www.malainformazione.it) che, grazie alla Fondazione De Fonseca, gli permette di denunciare queste vergogne.

   Secondo intervento: Emanuel Segre e Angelo Pezzana che presentano il loro sito internet attivo dal 2000: www.informazionecorretta.it. L'obiettivo che si propongono è di divulgare la notizia in modo corretto, ovviamente non utilizzando a sproposito il modus operandi del giornalista.

 

    Philippe Karsenty. Anche lui ha materiale sconvolgente!

Propone il caso El Doura; per chi non si ricordasse, è il video che riprende “la morte di un bambino di 12 anni insieme al padre dopo 45 minuti di fuoco incessante da parte dell'esercito Israeliano a Gaza”. Non ci son parole: ci dimostra con comparazioni, studi della zona, con le immagini stesse che tutto quello che abbiamo creduto essere vero, non era altro che una montatura.

Karsenty conclude invitando il pubblico a porgergli domande, esaudendole in seduta stante. Ma che è sempre disponibile a chiarimenti rispondendo via e-mail pk@M-R.fr.

MB

Ben Gurion - Herzl
Ben Gurion - Herzl

Se lo volete, non è una favola!   (T. Herzl 1860-1904)

friendsofisraelinitiative

 Stand for Israel,

Stand for the West

PAGINE di STORIA  EBRAICA

        di W. Murmelstein

Un passo avanti

 A Step Forward

 The Association for Conductive Education in Israel for children with cerebral palsy and motor dysfunctions

Sito aggiornato: 06/05//2017

e-mail Associazione:

italiaisraelevc@gmail.com